Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Per saperne di più o negare il consenso clicca su 'Maggiori informazioni'. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su 'Accetto' acconsenti all'uso dei cookie.

Logo della Unione dei Comuni Nord Est Torino

MISURE URGENTI ANTISMOG



Con Ordinanza n. 161 del 13/12/2016 il Sindaco dispone le limitazioni alla circolazione veicolare, i provvedimenti aggiuntivi nonché le relative deroghe/esenzioni, in applicazione del Protocollo Operativo per l'attuazione delle misure urgenti antismog, approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 277 del 13/12/2016.

Le misure entrano in vigore dal 14 dicembre 2016 e prevedono delle limitazioni permanenti alla circolazione veicolare e limitazioni aggiuntive che si differenziano in base al colore del livello del cruscotto regionale, rappresentativo della situazione dell'aria.

 

Bollettino del 21/3/2017   Livello del cruscotto   Legenda
        0 Livello Bianco
        1 Livello Giallo
21/3/2017 22/3/2017 23/3/2017   2 Livello arancio
0 0 0   3 Livello rosso cinabro
        4 Livello rosso vivo

 

 Sono previste DEROGHE ed ESENZIONI

Sul sito di Arpa Piemonte è disponibile il Dettaglio dei dati sulla qualità dell'aria ed è possibile consultare il cruscotto delle segnalazioni per tutti i Comuni della Regione Piemonte.

Per il testo completo dell'Ordinanza n. 161/2016, clicca qui

*********

LIMITAZIONI PERMANENTI

Nelle giornate feriali è interdetta la circolazione:
Per i veicoli adibiti al trasporto di persone, dalle ore 8,00 alle ore 19,00 è vietata la circolazione dinamica di tutti i veicoli per trasporto persone aventi al massimo 8 posti a sedere oltre il conducente (categoria M1)
- alimentati a benzina, metano o a gpl con omologazioni precedenti all’EURO 1 (Direttiva 91/441/CE),
- dotati di motore diesel con omologazioni precedenti all’EURO 3 (Direttiva 98/69/CE).
È altresì vietata la circolazione dinamica dei ciclomotori e motocicli con motore termico a due tempi delle categorie L1 e L3 con omologazione precedente alla normativa EURO 1 (Direttiva 97/24/CE).
Per i veicoli adibiti al trasporto merci dalle ore 8,30 alle ore 13,00 e dalle ore 14,30 alle 19,00 è vietata la circolazione dinamica dei veicoli per trasporto merci aventi massa massima inferiore alle 3,5 ton. (categoria N1):
- alimentati a benzina con omologazioni precedenti all’EURO 1 (Direttiva 91/441/CE),
- dotati di motore diesel con omologazioni precedenti all’EURO 3 (Direttiva 98/69/CE).
È vietata la circolazione dinamica dei ciclomotori e motocicli con motore termico a due tempi a tre ruote delle categorie L2, L4 e L5 con omologazione precedente alla normativa EURO 1 (Direttiva 97/24/CE).
In caso di coda è altresì obbligatorio spegnere i motori.
I veicoli per trasporto persone di categoria M1 utilizzati dagli agenti di commercio che siano iscritti al ruolo presso la Camera di Commercio ai sensi della legge 204/1985 sono oggetto degli stessi orari di limitazione dei veicoli adibiti al trasporto merci di categoria N1. L’iscrizione al ruolo deve essere attestata da un documento della Camera di Commercio.

Torna su

*********

LIMITAZIONI AGGIUNTIVE - NELLE GIORNATE FERIALI CON LIVELLO DI COLORE GIALLO

Per i veicoli adibiti al trasporto di persone dalle ore 8,00 alle ore 19,00 è vietata la circolazione dinamica di tutti i veicoli aventi al massimo 8 posti a sedere oltre il conducente (categoria M1)
- alimentati a benzina, metano o a gpl con omologazioni precedenti all’EURO 1 (Direttiva 91/441/CE),
- dotati di motore diesel con omologazioni precedenti all’EURO 4 (Direttiva 98/69/CE).
- veicoli, fatte salve le limitazioni di cui ai punti precedenti, con qualsiasi alimentazione con potenza superiore a 150kw ad eccezione dei veicoli condotti da possessori di abbonamenti a servizi di car-sharing al fine di consentire il raggiungimento della prima postazione utile del servizio in ambito comunale o metropolitano o in possesso di abbonamento al servizio di trasporto pubblico locale dell'area metropolitana di Torino.
È altresì vietata la circolazione dinamica dei ciclomotori e motocicli con motore termico a due tempi delle categorie L1 e L3 con omologazione precedente alla normativa EURO 1 (Direttiva 97/24/CE).
Per i veicoli adibiti al trasporto merci dalle ore 8,30 alle ore 13,00 e dalle ore 14,30 alle 19,00 è vietata la circolazione dei veicoli aventi massa massima inferiore alle 3,5 ton. (categoria N1):
- alimentati a benzina con omologazioni precedenti all’EURO 1 (Direttiva 91/441/CE),
- dotati di motore diesel con omologazioni precedenti all’EURO 4 (Direttiva 98/69/CE).
È altresì vietata la circolazione dinamica dei ciclomotori e motocicli con motore termico a due tempi a tre ruote delle categorie L2, L4 e L5 con omologazione precedente alla normativa EURO 1 (Direttiva 97/24/CE).
I veicoli per trasporto persone di categoria M1 utilizzati dagli agenti di commercio che siano iscritti al ruolo presso la Camera di Commercio ai sensi della legge 204/1985 sono oggetto degli stessi orari di limitazione dei veicoli adibiti al trasporto merci di categoria N1. L’iscrizione al ruolo deve essere attestata da un documento della Camera di Commercio.

PROVVEDIMENTI AGGIUNTIVI LEGATI ALL'ATTUAZIONE DEL PROTOCOLLO REGIONALE
1.Regolazione degli impianti di riscaldamento degli edifici pubblici ad eccezione degli edifici destinati ad asili nidi e scuole per l'infanzia, in modo da assicurare una temperatura massima non superiore a 19°C
2.Regolazione degli impianti di riscaldamento degli edifici privati in modo da assicurare una temperatura massima non superiore a 20°C e riduzione di 1 ora di funzionamento
3.Divieto di bruciare residui vegetali in campo
4.Divieto di utilizzo caminetti aperti
5.Divieto di spandimento libero in agricoltura dei liquami derivanti da deiezioni animali

Torna su

*********

DEROGHE
Sono esentati dalle limitazioni i seguenti veicoli:
1) veicoli elettrici o ibridi funzionanti a motore elettrico
2) veicoli con alimentazione a metano o a gpl, funzionanti con alimentazione esclusiva o doppia (anche benzina) per dotazione di fabbrica o per successiva installazione;
3) motocicli e ciclomotori a quattro tempi;
4) veicoli destinati al trasporto di merci aventi massa massima superiore a 3,5 ton. (categorie N2, N3);
5) veicoli destinati al trasporto di persone, aventi più di otto posti a sedere oltre al sedile del conducente (categorie M2, M3);
6) veicoli diesel con omologazione EURO 2 dotati di efficaci sistemi di abbattimento delle polveri sottili, per dotazione di fabbrica o per successiva installazione, omologati ai sensi della vigente normativa;
7) veicoli delle Forze Armate, degli Organi di Polizia, dei Vigili del Fuoco, dei Servizi di Soccorso, della Protezione Civile in servizio e autoveicoli ad uso speciale adibiti alla rimozione forzata di veicoli, veicoli destinati a interventi su mezzi o rete trasporto pubblico, veicoli destinati alla raccolta rifiuti e alla nettezza urbana;
8) taxi di turno, autobus in servizio di linea, autobus e autoveicoli in servizio di noleggio con o senza conducente;
9) autocaravan, mezzi d’opera di cui all’art. 54 comma 1 lettere m) ed n) del D.Lgs. 30.4.1992 n. 285; macchine agricole di cui all’art. 57 del D.Lgs. 30.4.1992 n. 285; macchine operatrici di cui all’art. 58 del D.Lgs. 30.4.1992 n. 285;
10) autoveicoli per trasporti specifici e autoveicoli per usi speciali di cui all’art. 54 comma 1 lettere f) e g) ed elencati al comma 2 del D.Lgs. 30.4.1992 n. 285;
11) motoveicoli per trasporti specifici e motoveicoli per uso speciale di cui all’art. 53 comma 1 lettere f) e g) ed elencati al comma 3 del D. Lgs. 30.4.1992 n. 285;
12) veicoli utilizzati dalla Società in house Vera Servizi necessari per l'esecuzione di interventi di manutenzione
13) veicoli utilizzati per le esecuzioni delle manutenzioni urgenti dei sottoservizi.

Ulteriori Esenzioni
In deroga alle predette limitazioni, possono circolare i seguenti veicoli purché accompagnati da idonea documentazione:
1) veicoli diretti verso le officine e centri autorizzati al fine di effettuare la revisione dei veicoli o la rottamazione del veicolo purché muniti di dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà redatta su carta intestata della ditta che effettua l’intervento e sottoscritta dal titolare indicante data e ora dell’appuntamento e la targa del veicolo; tali veicoli, quando in uscita da officine e/o centri di revisione autorizzati, dovranno essere accompagnati dalla fattura comprovante l’avvenuta erogazione della fornitura/servizio da parte dell’azienda interessata;
2) veicoli utilizzati per il trasporto di portatori di handicap e di soggetti affetti da gravi patologie debitamente documentate con certificazione rilasciata dagli Enti competenti, ivi comprese le persone che hanno subito un trapianto di organi, che sono immuno-depresse o che si recano presso strutture sanitarie per interventi di urgenza. Per il tragitto percorso senza la presenza della persona portatrice di handicap o affetta da gravi patologie, è necessario essere in possesso di dichiarazione rilasciata dalle scuole, uffici, ambulatori, ecc., nella quale sia specificato l'indirizzo nonché l'orario di inizio e termine dell'attività scolastica, lavorativa, di terapia ecc.;
3) veicoli utilizzati per il trasporto di persone sottoposte a terapie od esami indispensabili in grado di esibire relativa certificazione medica o prenotazione. Per il tragitto percorso senza la persona che deve essere sottoposta a terapia od esami indispensabili è necessario esibire copia della certificazione medica o della prenotazione, nonché dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà (autodichiarazione), nella quale il conducente dichiari il percorso e l'orario;
4) veicoli utilizzati da operatori assistenziali in servizio con certificazione del datore di lavoro o dell'Ente per cui operano che dichiari che l'operatore sta prestando assistenza domiciliare a persone affette da patologie per cui l'assistenza domiciliare è indispensabile; veicoli utilizzati da persone che svolgono servizi di assistenza domiciliare a persone affette da grave patologia con certificazione in originale rilasciata dagli Enti competenti o dal medico di famiglia;
5) veicoli utilizzati da lavoratori i cui luoghi di lavoro non sono serviti, negli orari di lavoro, dai mezzi pubblici nel raggio di 300m; la condizione deve essere certificata da una lettera del datore di lavoro che attesti l’assenza del servizio pubblico, le generalità del guidatore, il numero di targa del mezzo, il luogo di lavoro e l’orario di lavoro;
6) veicoli di interesse storico e collezionistico di cui all’art. 60 del D.Lgs. 30.4.1992 n. 285 iscritti agli appositi registri per la partecipazione a manifestazioni indette dalle Associazioni;
7) veicoli utilizzati per il trasporto di persone che partecipano a cerimonie funebri o a cerimonie religiose non ordinarie, purché forniti di adeguata documentazione (sarà sufficiente esibire gli inviti o le attestazioni rilasciate dai ministri officianti);
8) veicoli il cui conducente abbia un età maggiore o uguale a 65 anni
La limitazione è sospesa in caso di sciopero del trasporto pubblico locale, indetto nel rispetto delle procedure previste dalla normativa vigente in materia.

Torna su